Loretta Gragnanini

Perchè è la vita che è così. E’ la vita che è fatta di frammenti. E’ la vita che è un puzzle incompiuto. Solo nei romanzi c’è qualcosa di lineare, di progressivo, di composto. Nella vita no, tutto è fatto di pezzi, di flash. Ci sono cose che iniziano e che poi restano lì, non finite. Per ragioni diverse, perchè … Continua a leggere

Cellulare al posto del fonendoscopio

Per auscultare il torace il medico potrebbe non avere più bisogno del fonendoscopio. Gli basterà infatti appoggiare il telefonino sul petto del paziente, grazie a un’applicazione sviluppata all’University College of London chiamata iStethoscopie, che trasforma uno smartphone in un dispositivo medico. Questa e altre tecnologie, però, al momento sono ristrette a pochi utenti. Per ora solo l’ospedale Bambino Gesù di … Continua a leggere

Sbadiglio contagioso tra chi si vuole bene

Lo sbadiglio è contagioso, ma questo si sapeva. la novità è che lo è in particolare tra chi si vuole bene, come ha dimostrato uno studio del Museo di storia naturale e del territorio dell’Università di Pisa e dell’Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr). Una sorta di contagio emotivo, insomma, che raggiunge l’apice … Continua a leggere

Antoine de Saint-Exupéry

I grandi amano le cifre. Quando voi gli parlate di un nuovo amico, mai si interessano alle cose essenziali. Non si domandano mai: “Qual è il tono della sua voce? Quali sono i suoi giochi preferiti? Fa collezione di farfalle?” Ma vi domandano: “Che età ha? Quanti fratelli? Quanto pesa? Quanto guadagna suo padre?” Allora soltanto credono di conoscerlo.

Cuore (e latte) di mamma

Questa è la storia singolare di Chouthi Bai, una donna indiana che vive nel villaggio di Kilchu nel Rajasthan. Alla morte della sua mucca tre giorni dopo il parto, Bai si è presa cura del vitellino accudendolo e allattandolo tre o quattro volte al giorno, proprio come un neonato.  Il cucciolo ha accettato con naturalezza di prendere il latte dal … Continua a leggere

Erasmo da Rotterdam – Elogio alla follia

Osservate con quanta previdenza la natura, madre del genereumano, ebbe cura di spargere ovunque un pizzico di follia. Infuse nell’uomo più passione che ragione perché fosse tutto meno triste. Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure ci sarebbe. Se solo fossero più fatui, allegri e dissennati godrebbero felici di un’eterna giovinezza. La vita … Continua a leggere